Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK


Sezioni

Safari nel Parco Chobe

Victoria Falls, le cascate

 

Il parco nazionale del Chobe del Botswana si trova nel nordovest del paese, nei pressi della città di Kasane. Ha un'area di oltre 10mila km². In ordine di superficie è la terza area protetta del Botswana (dopo il Central Kalahari Game Reserve e il Gemsbok National Park).
Il Chobe è però di gran lunga il parco più rinomato del Botswana ed uno dei più noti dell'intera Africa per la varietà e l'abbondanza della vegetazione e della fauna.

 

Il parco può essere suddiviso in quattro aree, ognuna con un diverso tipo di habitat:

  • Serondela: area nell'estremità nordorientale del parco che è caratterizzata da pianure rigogliose e foreste di teck. Si affaccia sul fiume Chobe presso cui si radunano grandi erbivori come elefanti e bufali. È zona più visitata del parco, anche in ragione della sua prossimità alle cascate Vittoria. Si trovano nei pressi di questa zona anche la città di Kasane e l'ingresso settentrionale del parco.
  • Savuti Marsh: costituisce la protuberanza occidentale del parco. Lo stagno di Savuti è ciò che resta di un grande lago preistorico, prosciugatosi in seguito a movimenti tettonici. Oggi ad alimentare lo stagno rimane solo il canale di Savuti il cui flusso d'acqua durante l'anno è fortemente irregolare. Nella regione si trovano ampie zone di savana e di prateria ricca di fauna.
  • Lo stagno di Linyanti, nell'angolo nordoccidentale del parco, sopra Savuti, si affaccia sul fiume Linyanti. Questa zona confina a ovest con la riserva di Selinda e a nord, oltre il fiume Kwando, con il parco nazionale Mamili (Namibia). Attorno al Linyanti e al Kwando cresce abbonante vegetazione fluviale e si formano diverse lagune. Anche qui la fauna è abbondante: si avvistano leoni, leopardi, sciacalli, antilopi, ippopotami, elefanti e coccodrilli, oltre a una ricchissima avifauna.
  • Il cosiddetto "hinterland" compreso fra Linyanti e Savuti, è una zona di pianura alberata in cui abbondano gli eland.

 

Stagionalità, quando andare

L'inverno va da maggio ad agosto ed è un buon periodo per visitare il parco Chobe, in questa stagione le giornate sono piacevoli e gli animali non si allontanano mai dalle pozze d'acqua.
In generale giugno ed i primi di luglio e la seconda metà di settembre sono i momenti più tranquilli dell'anno, mentre l'estate non è la stagione ideale per percorrere le strade secondarie, osservare la fauna selvatica o esplorare l'Okavango, dal momento che il prolungarsi delle piogge può rendere impraticabili le piste sabbiose, inoltre gli animali si disperdono quando l'acqua abbonda.